LE FRAGOLE MANTENGONO LA BELLEZZA DELLA PELLE

Le fragole, insieme ad altri frutti di bosco appartenenti alla famiglia delle Rosacee, come il mirtillo, sono considerate tra le fonti alimentari più ricche di composti bioattivi dalle formidabili proprietà antiossidanti. Una dieta primaverile bilanciata ed equilibrata, quindi, non dovrebbe mai privarsi di questi frutti così importanti. Scopriamo ora tutte le proprietà delle fragole e i benefici che questi frutti rossi tipici della primavera apportano alla nostra salute e come possono aiutarci a mantenere giovane la nostra pelle.

IMG_9213

LA STORIA

L’origine della fragola è molto antica: è presente anche nella Bibbia, dove viene descritta come un frutto spontaneo abbondante e gustoso, ma ne si attesta la presenza anche nel Neolitico. Il nome della pianta è Fragaria vesca, termine che ricorda il sostantivo latino “fragrans” cioè profumato con il quale i Romani erano soliti indicare questi frutti deliziosi. Il frutto rosso che tutti noi ben conosciamo in realtà, dal punto di vista botanico, non è un frutto bensì un contenitori di tanti frutti diversi (i semini gialli che possiamo vedere sulla superficie rossa della fragola stessa).
IMG_8666

LA FRAGOLA ATTUALE HA ORIGINI AMERICANE
In Italia, fino al XVII secolo erano presenti solo specie selvatiche autoctone (Fragaria vesca, F. viridis, F. moschata). La specie Fragaria ananassa, a cui appartengono tutte le varietà attualmente coltivate, in realtà è un ibrido interspecifico la cui costituzione si deve ad un ufficiale francese di nome A. F. Frezier. Durante i suoi viaggi esplorativi nel Nuovo Continente, importò dal Cile 5 piante di F. chiloensis, che aveva scelto per i suoi frutti di grossa pezzatura, e alcune a piante di F. virginiana (individuate nell’America settentrionale). L’incrocio fra queste due specie del continente americano avvenne casualmente in Bretagna nel 1712, dove vennero coltivate le une accanto alle altre. Gli acheni vennero raccolti, seminati e originarono dei semenzali alcuni dei quali producevano frutti più grossi di quelli delle specie parentali. Nel corso dei decenni successivi si avviò una attività di breeding che portò alla costituzione delle prime varietà coltivate all’inizio del 1800. Ad oggi sono più di 2000 le varietà costituite nel mondo originate da questo ibrido, gran parte delle quali perse.

Amedee_frezier

CARATTERISTICHE E VALORI NUTRIZIONALI

Le fragole, oltre ad essere ricchissime di vitamina C, sono una fonte molto ricca di diversi composti nutritivi ed in particolare di vitamine, flavonoidi e antocianine che hanno una azione antiossidante, antinfiammatoria, anti-tumorale e anti-aging.

Questi nutrienti agiscono in maniera sinergica, conferiscono alla fragola proprietà utili a promuovere lo stato di salute e prevenire diverse patologie. Il contenuto in zuccheri delle fragole inoltre è modesto (più di 5 gr per 100 gr di alimento) e contengono una buona quantità di fibre.

Tra le vitamine, la più rappresentata è senz’altro la vitamina C, tra i frutti estivi, le fragole sono quelle con un contenuto maggiore di vitamina C con un contenuto di 58 mg in 100 gr di prodotto tenendo presente che l’assunzione giornaliera raccomandata è di 85 mg per la donna adulta e 105 mg per l’uomo adulto.
Oltre alla vitamina C, come in moltissimi altri frutti, anche nella fragola troviamo buone quantità di potassio (minerale fondamentale per la contrazione muscolare, la regolazione della pressione arteriosa e il mantenimento del sistema idro-salino) e di fosforo (coinvolto nel metabolismo energetico e nella costruzione di molte proteine): 100 gr di fragole contengono circa il 4% della dose giornaliera raccomandata di questi due minerali. Troviamo, inoltre, una discreta quantità di iodio, paragonabile solo a pochissimi altri frutti.

Il naturale periodo di raccolta delle fragole inizia a primavera e termina ad Agosto. Consiglio quindi di consumare questo frutto soprattutto durante questo periodo e di scegliere sempre prodotti biologici e possibilmente a km 0. Durante la scelta è consigliabile privilegiare i frutti dal colore uniforme e il picciolo ben attaccato all’estremità. Inoltre, per consumare frutti più ricchi di nutrienti, è consigliabile scegliere fragole di colore scuro. Le fragole, durante la stagione più calda, possono essere conservate a temperatura ambiente non più di una giornata. Se quindi le avete comprate per utilizzarle nell’arco di una giornata, allora non è necessario riporle in frigorifero. In alternativa potete conservare le fragole per diversi giorni in frigorifero, mettendole in un contenitore per alimenti.

IMG_9177.PNG

RACCOMANDAZIONI!!!

Non ci sono particolari controindicazioni al consumo moderato di fragole. Tuttavia va sottolineato che le fragole possono provocare reazioni allergiche e sono alimenti istamino-liberatori. Pertanto anche coloro che soffrono di allergia all’istamina devono limitarne il consumo. L’allergia alle fragole si nota con la comparsa di puntini rossi e prurito alla pelle. In casi più rari può comportare veri e propri episodi di orticaria e gonfiore alla bocca.

LE FRAGOLE E LA BELLEZZA DELLA PELLE

La Fragola è una delle più ricche fonti naturali di composti fenolici bioattivi a livello cutaneo.

Tra i flavonoidi più presenti sono: il campferolo e la quercitina,

Tra gli acidi fenolici si evidenzia: l’acido gallico, l’acido caffeico, l’acido cumarinico e l’acido ellagico.

Infine sono presenti sia diverse antocianine, responsabili del colore tipico di questi frutti, oltre ad un’alta quantità di vitamina C che oltre ad essere importante per l’assimilazione del ferro da parte dei globuli rossi, è coinvolta direttamente nella sintesi del collagene (la proteina che mantiene giovane e turgida la pelle).

 

Questo basterebbe a spiegare la capacità di questo frutto primaverile di preservare l’integrità anatomo-funzionale del derma, risparmiando il collagene, però vorrei soffermarmi nel descrivere le proprietà dell’acido ellagico contenuto in alte dosi.

ACIDO ELLAGICO E L’AZIONE ANTI-AGING

L’acido ellagico è un polifenolo antiossidante presente in alte dosi nelle fragole ma è presente anche nel melograno, nei lamponi, nei mirtilli rossi e nelle noci. Come tutti i polifenoli sopra elencati, svolge un’azione anti-radicali completa e potente, consentendo di proteggere efficacemente la pelle dagli effetti dello stress ossidativo e, quindi, dall’invecchiamento precoce.

acidoellagico

La particolarità di questa molecola è di agire direttamente sulla cute in particolare sulle fibre di collagene della matrice extra-cellulare aumentando la produzione di collagene di tipo I del 41%, e inibendo del 15% l’espressione degli enzimi che degradano questa molecola.

Collagene+Funzione-+dipende+dal+tipo

Inoltre fissandosi sulle fibre di elastina (una proteina  del tessuto connettivo permette alla pelle di mantenersi elastica), ne impedisce il degrado enzimatico (MMP, proteasi, elastasi) e ne aumenta la stabilità e la longevità.

3_2_skin_and_ageing_healthy_skin_large_1

Infine, l’acido ellagico insieme alla vitamina C e agli altri polifenoli, limita il tasso di perossidazione dei lipidi della pelle, causato dai radicali liberi, limitandone l’invecchiamento precoce. Tutte queste funzioni, quindi, spiegano l’attività biologicamente preziosa della fragola, e del perchè le sue proprietà antiossidanti ne fanno un ingrediente di prima scelta oltre che nelle nostre tavole anche per contrastare gli effetti dell’invecchiamento cutaneo.

 

MASCHERA ANTI-AGING ALLE FRAGOLE

Si può realizzare un eccellente prodotto per la pelle del viso schiacciando la polpa di fragole, aggiungendo un cucchiaio di yogurt e uno di miele, mescolando bene e spalmando il composto sul volto. Si lascia agire per qualche minuto e poi si risciacqua: la pelle risulterà morbida e luminosa. La polpa di fragola schiacciata e allungata con qualche goccia di olio di mandorle dolci diventa invece un’ ottima crema anti-rughe, un prodotto anti aging da applicare su collo, mani, decolleté e naturalmente viso.

 

RICETTE

PERCHE’ LA BELLEZZA PASSA DALLA TAVOLA

Insalata con fragole marinate e ricotta di capra

INGREDIENTI

  • 8 fragole
  • 200 g ricotta di capra
  • pisellini novelli
  • 50 g insalata mista
  • semi di zucca, girasole e sesamo
  • limone

PREPARAZIONE

Per la ricetta dell’insalata con fragole marinate e ricotta di capra, tagliate le fragole a fettine e fatele marinare con un cucchiaio di limone e un pizzico di sale, per 10’. Mescolate l’ insalata con pisellini novelli, lessati e crudi. Completate con la ricotta di capra a ciuffetti, semi di zucca, girasole e sesamo tostati e le fragole.

0516_TEMA BACCELLI.indd

Dadi di tonno al sesamo con fragole balsamiche

INGREDIENTI

  • 720 g polpa di tonno
  • 100 g aceto balsamico
  • 10 g zucchero
  • 18 fragole a spicchi
  • rucola
  • sesamo bianco
  • olio extravergine di oliva
  • sale

PREPARAZIONE

Riducete la polpa di tonno in dadi e passateli poi nel sesamo facendoli rosolare in una padella calda velata di olio EVO per meno di 1 minuto per lato girandoli continuamente per 5 minuti in tutto. Spegnete e salate.

Servite i dadi di tonno con gli spicchi di fragola e qualche foglia di rucola. Condite con qualche goccia di aceto balsamico.

05201405101-Cropped

Vellutata di pomodori e fragole con riso nero

INGREDIENTI

  • 500 g pomodori rossi maturi
  • 30 g riso venere (A PERSONA)
  • 100 g fragole fresche mondate
  • 20 g nero di seppia
  • olio extravergine d’ oliva
  • sale

PREPARAZIONE

Per la ricetta lavate i pomodori, tagliateli a metà, togliete la parte centrale più morbida con i semi tenendola da parte. Frullate il resto dei pomodori con le fragole, 20 g di olio EVO, un cucchiaino di amido di mais e un pizzico di sale, ottenendo una salsa, poi cuocetela in una casseruola per un paio di minuti dal bollore.

Portate a cottura il riso venere in 300 g di acqua. Una volta lessato condite il riso con un filo di olio EVO. Versate la vellutata di pomodori e fragole  nei piatti, sistematevi al centro il riso e completate con foglie di basilico e il cuore dei pomodori tenuti da parte.

Vellutata-di-pomodori-e-fragole-con-finto-riso-nero

Risotto all’ortica con le fragole

INGREDIENTI (Dosi per 4 persone)

  • Riso Carnaroli  240 gr
  • Fragole 150 gr
  • Ortiche 50 gr
  • Vino bianco secco 10 ml
  • Grana Padano 30 gr
  • Cipolla mezza
  • Brodo vegetale 1 lt
  • Olio extra vergine di oliva

PREPARAZIONE

Pulire e lavare accuratamente le fragole, fare la stessa cosa per le ortiche e tagliarle a striscioline. In una padella antiaderente far riscaldare 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, aggiungere la cipolla tagliata e lasciar rosolare a fiamma bassa, aggiungere poi le ortiche e lasciar insaporire, aggiungendo poi il riso facendolo tostare per un paio di minuti, infine irrorare con il vino bianco e facendolo evaporare. A questo punto aggiungere gran parte delle fragole e portare a cottura il riso, aggiungendo un paio di mestoli di brodo vegetale alla volta mescolando spesso. Quando il riso si sarà cotto a puntino, aggiungere il Grana Padano grattugiato e mescolare per amalgamare il tutto. Mettere infine il riso nei piatti e guarnire ciascuna porzione con le fragole messe da parte e un filo d’olio a crudo.

 

 

BIBLIOGRAFIA

  • Anti-wrinkle activity of Platycarya strobilacea extract and its application as a cosmeceutical ingredient. Kim YH et al. J Cosmet Sci., 61(3): 211-24. 2010.
  • Pomegranate as cosmeceutical source: Pomegranate fractions promote proliferation and pro collagen synthesis and inhibit matrix metalloproteinase-1 production in human skin cells. Aslam MN et al, 103(3): 311-318. 2006.
  • Ellagic and Tannic Acids Protect Newly Synthesized Elastic Fibers from Premature Enzymatic Degradation in Dermal Fibroblast Cultures. Felipe Jimenez et al. Journal of Investigative Dermatology, 126: 1272–1280. 2006.
  • Strong antioxidant activity of ellagic acid in mammalian cells in vitro revealed by comet assay. Festa F et al. Anticancer research, 21: 3903-3908. 2001.
  • Involvement of lipid peroxidation in necroisis of skin flaps and its suppression by ellagic acid. Ashoori F et al. Plast Reconstr Surg, 94(7): 1027-1037. 1994.
  • Polyphenol-rich strawberry extract protects human dermal fibroblasts against hydrogen peroxide oxidative damage and improves mitochondrial functionality. Giampieri F, Alvarez-Suarez JM, Mazzoni L, Forbes-Hernandez TY, Gasparrini M, Gonzàlez-Paramàs AM, Santos-Buelga C, Quiles JL, Bompadre S, Mezzetti B, Battino M.Molecules. 2014 Jun 11;19(6):7798-816
  • A 24-year-old woman with skin ulceration and strawberry gums. Vastbinder MB, Muller EW, van Haselen CW.Neth J Med. 2012 Dec;70(10):464, 469
  • Use of image analysis to estimate anthocyanin and UV-excited fluorescent phenolic compound levels in strawberry fruit. Yoshioka Y, Nakayama M, Noguchi Y, Horie H.Breed Sci. 2013 Jun;63(2):211-7
  • Measured anatomical distributions of solar UVR on strawberry production workers in Italy. Nardini G, Neri D, Paroncini M.J Agric Saf Health. 2014 Apr;20(2):67-7
  • An anthocyanin-rich strawberry extract protects against oxidative stress damage and improves mitochondrial functionality in human dermal fibroblasts exposed to an oxidizing agent. Giampieri F, Alvarez-Suarez JM, Mazzoni L, Forbes-Hernandez TY, Gasparrini M, Gonzàlez-Paramàs AM, Santos-Buelga C, Quiles JL, Bompadre S, Mezzetti B, Battino M.Food Funct. 2014 Aug;5(8):1939-48
  • Kähkönen M P, Heinämäki J, Ollilai- nen V, Heinonen M. Berry anthocya- nins: isolation, identification and an- tioxidant activities. J Sci Food Agric 2003; 83: 1403-11.
  • Scalzo J, Politi A, Pellegrini N, Mezzet- ti B, Battino M. Plant genotype affects total antioxidant capacity and phenolic contents in fruit Nutrition 2005; 21: 207-13.
  • Bompadre S, Leone L, Politi A, Batti- no M. Improved FIA-ABTS Method for antioxidant capacity determination in different biological samples. Free Rad Res 2004; 0: 1-8.
  • Olsson ME, Ekvall J, Gustavsson K, et al. Antioxidants, low molecular weight carbohydrates, and total antioxidant ca- pacity in strawberry (Fragaria x ananas- sa): effects of cultivar, ripening, and sto- rage. J Agric Food Chem 2004; 52: 2490-8.

Dott. EMANUELE RONDINA – Biologo Nutrizionista – Via Dell’Orso, N°5 –  40121 BOLOGNA 
Email emanuele.rondina@icloud.com – Sito http://informamangiando.com

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...